Glass Archipelago ai nastri di partenza

pubblicato il 06/09/2018

Il primo appuntamento con Glass Archipelago è martedì 11 settembre al The Venice Glass Week Hub ospitato a Palazzo Querini, in calle lunga San Barnaba a Venezia.

 

Si comincia alle 15.30 con “Glass Archipelago – Una tavola rotonda per una Murano 4.0”: un incontro aperto al pubblico con enti, istituzioni ed i maggiori esperti dell’arte del vetro di Murano. La produzione artistica muranese affonda le proprie radici in una salda tradizione millenaria, ma sembra oggi essere sempre più attratta da innovazione e nuove tecnologie. La tavola rotonda sarà un momento di riflessione sulla rivoluzione che sta lentamente investendo l’isola e la sua produzione non solo nel modo di pensare il prodotto, ma anche di comunicarlo e tutelarlo.

 

 

Con l’occasione verrà inaugurata e presentata al pubblico l’omonima mostra “Glass Archipelago”, ideata dall’architetto Matteo Silverio e il visual artist Martin Romeo, una vera e propria installazione multimediale capace di comunicare la tradizione del Vetro Artistico® Murano in un modo del tutto innovativo. La mostra è rappresentativa della varietà della produzione muranese: una struttura sospesa, ispirata alla topografia di Murano e animata da espedienti multimediali in grado di restituire riflessioni, dettagli e cromie inedite, rimarcando l’unicità degli oggetti esposti e l’alto grado di professionalità dell’artigianato artistico muranese.

 

 

Protagonisti della mostra saranno i vetri scelti ad hoc per rappresentare il meglio della produzione artistica muranese. La struttura sospesa dell’installazione vorrà ricordare la topografia dell’isola di Murano: un arcipelago di piccole e grandi realtà imprenditoriali, collegate tra loro dal “ponte” Consorzio Promovetro Murano. 

 

 

La mostra sarà aperta al pubblico (ad ingresso gratuito) dal 9 al 16 settembre 2018 dalle ore 10.00 alle ore 18.00.

 

La presente attività è realizzata con il contributo della Regione del Veneto e la collaborazione di Adiconsum Veneto Federconsumatori.

Share
Facebook wall
Twitter
Grazie al contributo di: