Seleziona una pagina

Durante la prima conferenza stampa, che si è tenuta lo scorso 13 luglio all’interno della Smart Control Room del Comune di Venezia presso il Tronchetto, è stata presentata la quarta edizione del festival internazionale dedicato all’arte vetraria, che si terrà regolarmente tra Venezia, Murano e Mestre dal 5 al 13 settembre 2020. La manifestazione quest’anno pone l’accento sul “fare” il vetro, per rilanciare la produzione muranese. Accanto agli eventi, le mostre, le dimostrazioni e le visite guidate in città, il Festival proporrà un programma speciale di appuntamenti digitali per tenere vivo il legame anche con il suo pubblico internazionale.

Il festival internazionale del vetro, creato nel 2017 per celebrare, supportare e promuovere l’arte del vetro, l’attività artistica ed economica per la quale Venezia è conosciuta nel mondo da più di mille anni, ha per la prima volta uno speciale “titolohashtag”: #TheHeartOfGlass, che pone l’accento sulla produzione del vetro per contribuire a sostenere una ripartenza del settore, in primis a Murano, provato da mesi di chiusura a causa del Covid-19. Accanto agli eventi proposti dai partecipanti (che saranno presentati alla fine di agosto), The Venice Glass Week 2020 offre per la prima volta, grazie alla collaborazione con i suoi partner, sia un programma originale di appuntamenti digitali prodotti dal Festival – come le dimostrazioni in fornace in diretta su Instagram TVGW Tours LIVE! e il ciclo di dialoghi con attori internazionali del mondo del vetro in diretta su YouTube, Conversations on Glass by Apice – sia speciali iniziative rivolte ai visitatori che verranno a Venezia a settembre – i The Venice Glass Week Tours by Nexa e il Kids’ Programme by Artsystem.

Inserita anche quest’anno tra i Grandi Eventi della Regione del Veneto, la nuova edizione di The Venice Glass Week prende le mosse dal successo ottenuto nel 2019, quando 103.000 visitatori hanno affollato Venezia, Murano e Mestre per partecipare agli oltre 200 eventi dedicati al vetro artistico proposti in più di 100 diverse sedi. Ma la quarta edizione della manifestazione si prepara ad essere diversa dalle precedenti, non tanto nella quantità o nella qualità della sua offerta culturale – che punta a coinvolgere comunque un pubblico quanto più numeroso possibile pur nel rispetto delle disposizioni di sicurezza – quanto nello spirito dell’iniziativa. La ragione scaturisce naturalmente dalla pandemia che ha travolto il mondo a partire dalla fine di febbraio e che ha colpito in particolare Venezia, mettendo in seria crisi i comparti turistico e culturale e costringendo a un doloroso stop durato mesi tutte le attività produttive, in primis quelle del vetro di Murano, affaticando così una situazione già compromessa dalla concorrenza globale.

La missione di #TheHeartofGlass è in primis quella di far (ri)appassionare muranesi, veneziani, veneziani di terraferma, veneti e in generale gli italiani a un’arte antica e orgoglio del nostro Paese come il vetro, senza dimenticare però la vocazione internazionale del Festival, che nelle edizioni precedenti è stato largamente apprezzato anche da un pubblico straniero. Per continuare a parlare a queste persone, che con più difficoltà potranno essere a Venezia a settembre, si è pensato innanzitutto di dare alla quarta edizione di The Venice Glass Week un titolo intuitivo in lingua inglese, in grado di comunicare a tutti. Inoltre il programma della manifestazione prevede, accanto ai tradizionali eventi in città, una serie di iniziative digitali per consentire di “partecipare”, nello spirito inclusivo che ha sempre contraddistinto il Festival, anche a chi non potrà raggiungere di persona Venezia. Per questo il Festival 2020 promuove un ritorno alle radici, al cuore – reso anche tramite il suo titolo, scritto in forma di hashtag #TheHeartofGlass, a indicare lo sviluppo anche digital delle iniziative organizzate, accanto ai tradizionali eventi in città – e si concentrerà sull’aspetto più importante e basilare dell’intero comparto, il “fare” il vetro: un sapere che ha tradizioni antiche, radicato nel Dna di Venezia, motore artistico e produttivo che si è tramandato fino a oggi, innovandosi, diventando un orgoglio italiano, apprezzato in tutto il mondo.

Tutte le informazioni sulle iniziative saranno presto disponibili sul sito web della The Venice Glass Week e sui profili social del festival.

During the first press conference, which was held last July 13 in the Smart Control Room of the City of Venice at the Tronchetto Island, was presented the fourth edition of the international festival dedicated to glass art, which will be held regularly between Venice, Murano and Mestre in September (5th/13th September 2020). The event this year focuses on “making” glass, to relaunch Murano production. In addition to the events, exhibitions, demonstrations and guided tours in the city, the Festival will propose a special program of digital events to keep alive the link with its international audience.

The international glass festival, created in 2017 to celebrate, support and promote the art of glass, the artistic and economic activity for which Venice has been known in the world for over a thousand years, has for the first time a special “title hashtag”: #Theheartofglass, which focuses on the production of glass to help support a restart of the industry, primarily in Murano, tried by months of closure because of the Covid-19. Alongside the events proposed by the participants (which will be presented at the end of August), The Venice Glass Week 2020 offers for the first time, thanks to the collaboration with its partners, both an original program of digital events produced by the Festival – like the live oven demonstrations on Instagram TVGW Tours LIVE! and the cycle of dialogues with international players from the world of glass live on Youtube, Conversations on Glass by Apice – both special initiatives aimed at visitors who will come to Venice in September – The Venice Glass Week Tours by Nexa and the Kids ‘ Programme by Artsystem.

Also included this year among the Great Events of the Veneto Region, the new edition of The Venice Glass Week takes its cue from the success achieved in 2019, when 103,000 visitors crowded Venice, Murano and Mestre to participate in over 200 events dedicated to artistic glass in more than 100 different venues. But the fourth edition of the event is preparing to be different from the previous, not so much in the quantity or quality of its cultural offer – which aims to involve as many of the public as possible in any case, while respecting safety provisions – as well as in the spirit of the initiative. The reason naturally stems from the pandemic that has swept the world since the end of February and that has affected Venice in particular, putting in serious crisis the tourist and cultural sectors and forcing a painful stop to months all productive activities, first of all those of Murano glass, thus tiring a situation already compromised by global competition.

The mission of #TheHeartofGlass is primarily to make (re)impassioned Muranesi, Venetians, Venetian mainland Venetians and in general Italians to an ancient art and pride of our country as the glass, without forgetting, however, the international vocation of the Festival, that in previous editions has been widely appreciated even by a foreign audience. To continue talking to these people, who with more difficulty will be in Venice in September, it was thought first of all to give the fourth edition of The Venice Glass Week an intuitive title in English, able to communicate to everyone. In addition to the traditional events in the city, the program of the event includes a series of digital initiatives to allow to “participate”, in the inclusive spirit that has always distinguished the Festival, even to those who cannot reach Venice in person. For this reason, the 2020 Festival promotes a return to the roots, to the heart – also made through its title, written in the form of hashtags #TheHeartofGlass, to indicate the digital development of the organized initiatives, alongside the traditional events in the city – and will focus on the most important and basic aspect of the entire sector, the “making” of glass: a knowledge that has ancient traditions, rooted in the DNA of Venice, artistic and productive engine that has been handed down to date, innovating, becoming an Italian pride, appreciated all over the world.

All information on the initiatives will soon be available on the website of The Venice Glass Week and on the social profiles of the festival.